Contatto:
All’ Osteria del Vicolo Nuovo la chiocciola piu’ rosa che c’e’.La guida Osterie d’Italia, sussidiario del mangiarbere all’italiana, arriva quest’anno a un importante traguardo: la venticinquesima edizione. Grande successo e soddisfazione per Ambra Lenini e Rosa Tozzoli che sono nella guida delle Osterie d’Italia Slow Food da 25 anni, cioè da quando la guida è nata. Uniche in Emilia Romagna. L’edizione 2015 ha riconfermato la CHIOCCIOLA alle due padrone di casa e alle chef Stefania Baldisarri e Simona Sapori. Tutte donne. In sala e ai fornelli. Un compleanno storico, difficile da immaginare quando, nell’estate del 1990, si scrivevano le prime schede. Molte cose sono cambiate in questi anni, uguali sono invece lo spirito e la passione che la redazione e i collaboratori mettono nel visitare l’Italia alla ricerca dei migliori indirizzi di cucina tradizionale e di territorio. Siamo nel centro storico di Imola, in un vicoletto dove d’estate si mangia all’aperto e, una volta entrati, due ambienti arredati con colori e materiali molto caldi, cura dei particolari tipicamente femminile, ma senza leziosità. Alle signore dell’osteria appartenenti all’Ass.ne “Le Donne del Vino”, viene pure riconosciuto il simbolo della bottiglia per la loro ricca e qualificata cantina e il simbolo del formaggio per la particolare attenzione che dedicano alla selezione casearia. Qui la cucina della tradizione e la ricerca dei prodotti migliori del territorio sono due pilastri più solidi della struttura secentesca dell’ex scuola dei Gesuiti che ospita l’osteria. Un servizio quasi felpato, cortese, attento. Ognuno sa quel che fa e quel che serve in tavola. Come sempre dovrebbe essere. Il rigore di chi sa di offrire la propria competenza ma anche la leggerezza e la simpatia della convivialità. E allora auguriamo all’Osteria del Vicolo Nuovo cento di queste chiocciole!












Inviaci un commento:


Chiocciola Slow Food Osterie d’Italia 2015


Questo Menu è un servizio  qrist.it